Perché provare il fantacalcio

Come nasce l’amore per il fantacalcio

La passione per il calcio è nel DNA degli italiani. Per quanto, grazie ad internet ed ai vari abbonamenti disponibili a televisioni private, sia possibile seguire una grande varietà di sport, esso continua a rimanere saldamente al primo posto per numero di appassionati che al turno di campionati mettono in pausa le loro vite per supportare la propria squadra del cuore.

Attorno a questa passione si è sviluppata, ad iniziare dagli anni ’90, la passione per il fantacalcio. Probabilmente ne abbiamo sentito parlare, grazie alla costante presenza sulle testate giornalistiche sportive più importanti del paese di pagine e rubriche dedicate ai fantallenatori.

Ma come funziona il fantacalcio? In questo articolo andremo a spiegarlo in maniera semplice, indicando quali sono i meccanismi che lo regolano e cercando di capire il perché del suo grande successo.

Quale amante di calcio non ha commentato le scelte dell’allenatore, facendo battute ironiche ad un cambio per noi poco azzeccato o storcendo il naso alla lettura della formazione?

Bene, grazie a questo fantagioco, ognuno di noi può vestire i panni dell’allenatore ( ma anche di presidente ) di una squadra di calcio. In pratica ogni partecipante avrà a disposizione una rosa virtuale di giocatori che realmente partecipano ad una competizione, come ad esempio il campionato di serie A.

Ad ogni giornata di campionato, ciascun partecipante comunica la sua formazione e, in base all’andamento dei suoi giocatori nella rispettiva giornata, alla fine prende un punteggio. Chi arriva alla fine del campionato con il punteggio più alto vince. Ma andiamo per ordine.

Come creare il proprio fantacampionato

Prima di tutto bisogna capire contro chi giocare. Se si vuole creare un fantacampionato tra amici, non vi resta che creare un gruppo di almeno 8 persone. Successivamente bisogna creare la propria squadra. Questo lo si fa attraverso una giornata di calciomercato.

La sera del calciomercato è quella che vi farà perdere qualche kg e che vi regalerà qualche capello bianco… Di solito la si svolge mediante un’asta.

In pratica ogni fantallenatore ha un budget di crediti. Si sceglie una lista da un giornale sportivo o da un sito di fantacalcio, che menziona tutti i giocatori con il loro rispettivo prezzo. Per creare una rosa competitiva sarà necessario aver chiaro in mente quali sono i propri obiettivi di mercato.

Una volta create le squadre, inizia il gioco vero. Si stabilisce un giorno ed un’ora entro cui comunicare la propria formazione. Dopo che la giornata è stata giocata, si prende come riferimento lo stesso giornale o sito di fantacalcio e si vede il punteggio realizzato dai giocatori.

Questo punteggio andrà in base a: voto, gol segnati, rigori parati, ammonizioni, espulsioni, autogol… E’ chiaro quindi che la giornata di campionato non sarà più la stessa per noi, perché dovremo seguire i nostri “pupilli”, sperando che si comportino bene!

Il mercato di riparazione di gennaio si effettua anche nel fantacalcio. Ecco perché, per puntare alla vittoria, dovreste interessarvi del calciomercato del Cagliari, del Lecce o di altre squadre che possono portare delle occasioni d’oro a basso prezzo!

Metti alla prova le tue doti di stratega legate al tuo sport preferito! Prova il fantacalcio!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *