Prefetto 3 donne su 4, Sardegna in rosa

Sostituzione di giuseppe Marani andato in pensione

Le prefetture sarde sotto la guida al femminile. Su quattro prefetture, infatti, tre saranno guidate da donne.

Da pochi giorni la prefettura di Sassari è stata affidata a Maria Luisa D’Alessandro, in sostituzione di Giuseppe Marani, prossimo alla pensione.

La storia di Maria Luisa D’Alessandro

La D’Alessandro ricopre dal 2017 la carica di prefetto della provincia di Fermo e attualmente abita a Perugia con il marito e i sei figli. In possesso del diploma di maturità classica e del diploma di laurea in giurisprudenza, conseguito presso l’Università degli Studi di Perugia, fino al 2009 è stata Professore a contratto per la cattedra di “Difesa civile 1”, corso di Laurea Magistrale in Protezione e Difesa Civile, presso l’Università degli Studi di Perugia.

Dal novembre 2012 è stata destinata al Ministero presso il Dipartimento delle Politiche del Personale dell’Amministrazione Civile dell’Interno e per le Risorse Strumentali e Finanziarie – Ufficio di diretta collaborazione con il Capo Dipartimento – Commissione per la progressione in carriera.

La sua nomina a prefetto di Sassari la rende, secondo quanto da lei dichiarato, felice, in quanto con la Sardegna nutre da sempre un legame grazie alle origini del marito, Gianlorenzo Fiore, che è nato a Sassari e qui ha studiato al liceo Classico Azuni, per poi laurearsi alla facoltà di Giurisprudenza. Anche lui prefetto (a Perugia fino al 2006), è attualmente in pensione.

Ci sarà pure un nuovo prefetto, sempre donna

A Nuoro Anna Aida Bruzzese dal 1° aprile prenderà servizio nella prefettura. Si tratta per lei del primo incarico come prefetto, ma ha ricoperto negli anni passato ruoli importanti nelle prefetture liguri: a Imperia dal settembre 2012 aveva portato avanti progetti inerenti alla tutela e all’educazione alla legalità e alla prevenzione dei comportamenti a rischio della fascia giovanile della popolazione; dal 2016 ha ricoperto la carica di viceprefetto a Genova. Nella sua lunga carriera ha svolto vari incarichi in tutta Italia, dalla Calabria al Piemonte alla Liguria.

La Bruzzese, come la collega D’Alessandro, sostituirà Giuseppe Marani, che da alcuni mesi era a capo di entrambe le prefetture di Sassari e di Nuoro e recentemente è stato incaricato come commissario per la gestione della vertenza sul prezzo del latte.

Cagliari per la prefettura abbiamo Romida Tafuri

A Cagliari, invece, da qualche mese ha assunto la reggenza della prefettura Romilda Tafuri, di origine salernitana, che ha preso l’incarico lasciando la prefettura di Alessandria; quest’ultima ha a sua volta sostituito Tiziana Giovanna Costantino, che ha lasciato la prefettura per pensionamento.

Tre donne su quattro, dunque, guidano le prefetture sarde: una tradizione che ormai si più definire consolidata, poiché in precedenza il capoluogo regionale era già stato guidato da prefette: a precedere Tafuri e Costantino, infatti, c’era Giuliana Perrotta, la quale nella stessa delibera che ha modificato i vertici della prefettura è stata nominata Commissario straordinario del Governo per la gestione del fenomeno delle persone scomparse.

Per una coincidenza, queste nomine sono tutte datate 8 marzo, data della festa della donna.

L’unico collega uomo a esercitare in  Sardegna resta Gennaro Capo, prefetto di Oristano, nominato dal Consiglio dei Ministri alla fine dello scorso anno in sostituzione di Giuseppe Guetta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *