Guida allo smontaggio dei mobili durante il trasloco: scopri come si fa

Tra le diverse operazioni di cui ti devi preoccupare quando organizzi un trasloco, c’è anche lo smontaggio dei mobili. Un traslocatore a Roma conosce molti trucchi e stratagemmi per velocizzare queste operazioni, come puoi scoprire nella breve guida pratica che segue.

  1. Usare gli attrezzi giusti

Per smontare i mobili devi per forza procurarti gli attrezzi giusti. Controlla di avere una cassettina con tutto il necessario come cacciaviti, martello etc. Ricordati di mettere in carica trapano e avvitatore elettrico che sono indispensabili per velocizzare queste operazioni e impiegare meno tempo possibile. Predisponi anche una scala per raggiungere i punti in alto in sicurezza senza rischiare di farti male e indossa scarpe adeguate.

  1. Sistemare i pezzi

Mano a mano che togli pezzi dal mobile come viti e meccanismi, mettili da parte. Col coperchio o anche un vasetto per evitare di perdere i pezzi del mobile. Questo sistema ti aiuta ad evitare di mescolare i meccanismi con quelli di altri mobili. Grazie a questo intelligente stratagemma, riesci a velocizzare le operazioni di rimontaggio senza dover perdere tempo a cercare i pezzi che ti servono.

  1. Proteggere il pavimento

Sia in casa vecchia ma soprattutto in quella nuova, ricorda di proteggere bene il pavimento perché la caduta di oggetti contundenti dall’alto potrebbe scheggiarlo. Per fare questo, sistema per terra una vecchia coperta oppure dei cartoni. Puoi utilizzare la coperta anche per trascinare fuori dei mobili senza doverli alzare di peso. È un trucco da veri professionisti che sicuramente ti tornerà utile durante i lavori del trasloco.

  1. Non smontare tutto

Tieni presente che un buon traslocatore a Roma non spreca tempo. Concretamente, questo significa che non è necessario smontare proprio tutto quanto. È sufficiente che i mobili da portare in casa nuova abbiano dimensioni tali da poter essere caricati facilmente sul furgone del trasloco. Per questo motivo puoi fermarti non appena il mobile è stato ridotto a una dimensione consa senza dover smontare pezzo per pezzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *