Top 5 isole per trascorrere il capodanno al caldo

Perché dover trascorrere il 31 dicembre al freddo e con il cappotto quando è possibile fuggire su un’isola tropicale per festeggiare il capodanno a piedi nudi su una spiaggia soffice come il borotalco? Purtroppo le isole del Mediterraneo non offrono le condizioni climatiche giuste per trascorrere la notte più lunga dell’anno in costume ed infradito: è necessario scappare un po’ più lontano, verso i tropici dove fa caldo tutto l’anno.

La scelta è ampia, tra Caraibi, Africa e Oceano Indiano, isole più grandi, altre minuscole e difficili da raggiungere. Ma quali sono le isole più belle e le spiagge imperdibili dove passare un capodanno da sogno? Ecco una lista stilata seguendo i consigli di Capodannissimo.com il noto portale dedicati a viaggi ed eventi di capodanno.

1- Maldive

Spiagge bianche, soffici, come borotalco. Se pensate che quello che vedete nei cataloghi siano foto ritoccate, vi sbagliate di grosso. Il mare è cristallino, caldo e con un fondale da lasciare letteralmente senza fiato: il fondale di ogni atollo, infatti, digrada dolcemente verso il largo finché la barriera corallina precipita decisa nel blu dove potrete incontrare tartarughe, ma anche piccoli barracuda e ovviamente lui, il pesce pagliaccio nel suo anemone.

Formate da centinaia di isole ed atolli, le Maldive si trovano in pieno Oceano Indiano, non troppo distanti dalle coste dello Sri Lanka: non è raro, infatti, organizzare una vacanza all’insegna del relax alle Maldive e proseguire con una full immersion nella natura nel bellissimo stato dello Sri Lanka.

Per quanto riguarda il capodanno, alle Maldive si festeggia all’interno dei resort: la sera del 31 dicembre vengono organizzati veglioni e feste speciali in perfetto stile occidentale, per il divertimento e il coinvolgimento dei turisti.

2- Seychelles

Le Seychelles, alla stregua delle Maldive, sono formate da oltre cento tra isolotti e scogli, tra i quali, alcuni, disabitati. Sono tre le isole principali, La Digue, Praslin e Mahè. E’ su queste tre isole che si trovano la maggior parte dei resort e delle guest house: alle Seychelles, infatti, potrete scegliere tra strutture di alto livello, tra eleganza e lusso o optare per le simpatiche guest house, a conduzione familiare, perfette per chi desidera entrare al massimo in contatto con la gente del posto.

Trascorrere il capodanno alle Seychelles, significa visitare ogni giorno una spiaggia diversa. A Mahè, non perdetevi la spiaggia di Anse Intendance, mentre a Praslin dirigetevi verso Anse Lazio, considerata la spiaggia più bella dell’Oceano Indiano.

La sera del 31 dicembre, invece, lasciatevi coinvolgere dall’atmosfera di festa che si respira per le strade principali e non perdete l’occasione per assaporare le specialità locali della cucina creola. E a mezzanotte, tutti a festeggiare in spiaggia.

3- Andamane

Se cercate una destinazione ancora inusuale e diversa dalle solite mete proposte dai tour operator, le Andamane sono lì che vi aspettano. Di appartenenza indiana, dalle cui coste distano 1.300 Km, le isole Andamane sono davvero un sogno ad occhi aperti.

Raggiungerle è ancora di per sè un’avventura, tra numerosi scali e tanta pazienza. Ma una volta arrivati sulle sue splendide spiagge, capirete subito che ne è valsa la pena. Le Andamane, infatti, altro non sono che la cima di montagne sommerse, caratterizzate da lunghe spiagge e una natura lussureggiante, ancora in parte incontaminata.

Le strutture ricettive sulle isole sono ancora pochissime e a parte qualche resort, dovrete adattarvi un po’: le uniche due isole dove potrete soggiornare, sono attualmente Havelock e Neil Sand e il costo per una camera non è proprio irrisorio. Le soluzioni più economiche sono le capanne sulla spiaggia, fatte di paglia e poco più.

La sera del 31 dicembre si festeggia ovunque: sulle spiagge, per le strade, nei resort. Ovunque. Lasciatevi, quindi, coinvolgere da quella bellissima atmosfera di festa.

4- Zanzibar

Ciò che vi sorprenderà di Zanzibar sono le spiagge e la natura: tra altissime palme di cocco, una vegetazione che lascia spazio a pochissime capanne e lunghe spiagge dominate da una marea prepotente e spettacolare. La maggior parte dei resort si trova nella zona nord orientale dell’isola, anche se la spiaggia più bella, calma e poco interessata dal fenomeno delle maree, è Kendwa, dove si trovano anche diversi resort di lusso.

La particolarità di Zanzibar è che l’isola non è soltanto mare: sarà possibile partecipare a diversi tour alla scoperta della sua natura, come la zona dove vengono coltivate le spezie, la Foresta di Jozani dove si trovano le scimmie rosse, e la foresta di mangrovie tra uccelli e serpenti.

Per quanto riguarda il capodanno, a Zanzibar i festeggiamenti sono davvero coinvolgenti: iniziate col provare l’ottima cucina della zona e poi spostatevi nelle strade della capitale, Stone Town. Qui, tra musica e balli, arriverete in un attimo allo scoccare della mezzanotte.

5- Bahamas

Le Bahamas, affacciate sulle coste della Florida, sono uno stato autonomo composto da oltre 700 isolotti, di cui solo 30 di esse sono abitate. Sono le isole del divertimento, tra lunghe spiagge bianche, parchi acquatici, feste notturne e un fondale davvero variegato. Consigliate a chi viaggia con i bambini o ai gruppi di giovani che al relax desiderano associare anche un instancabile dose di divertimento.

Le tre isole dove si trovano la maggior parte delle strutture ricettive sono New Providence, Gran Bahama e Out Islands. Se cercate dei festeggiamenti speciali fermatevi sull’isola di New Providence: qui, il 26 e il 31 dicembre viene organizzata da festa di Junkanoo che ricorda molto il carnevale, tra carri, persone in maschera, musica e balli. Al termine della manifestazione, inoltre, verrà eletto il costume più bello. Potrete partecipare anche voi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *